Premi e mostre al festival

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Istituito nel 1983, il Premio 'Guirlande d'Honneur', che riproduce la Ghirlanda d'alloro dei vincitori dei primi Giochi Olimpici, viene assegnata alle migliori produzioni del Festival nelle rispettive categorie ed ai personaggi dello Sport, della Tv, del Cinema e del Giornalismo che "hanno svolto una significativa azione attraverso la promozione dell'immagine sportiva e dei valori culturali ed etici dello sport". Le opere sono valutate da una Giuria Internazionale presieduta da Andrew P. Luwandagga, selezionata dalla FICTS, composta da cinque esponenti del cinema, della televisione, dei media, dello sport e della cultura dei Paesi che non partecipano al Festival e che assegneranno i premi per ogni sezione: 'Guirlande d'Honneur 2008' e la 'Mention d'Honneur'. La Giuria per la Sezione 'Giochi Olimpici e Valori Olimpici' è presieduta dal Dott. Philippe Blanchard, Direttore dell'Information Management Department del CIO. La Giuria 'Cinema e Università' è presieduta dal Prof. Giorgio Simonelli Direttore Master in 'Comunicazione e Promozione del Cinema' Università Cattolica Milano. E' prevista una speciale Giuria composta da studenti di 4a e 5° dell'ITC Gramsci. Oltre alla 'Guirlande d'Honneur' e alla 'Mention d'Honneur', la FICTS (Fédération Internationale Cinéma Télévision Sportifs) assegnerà speciali 'Premi al merito', tra cui il Premio del Presidente Regione Lombardia, la Coppa del Presidente della Provincia di Milano, la Coppa del Sindaco di Milano, Premio della Critica - Targa Bruno Beneck, i Premi della Camera di Commercio di Milano, il Premio Meriti Olimpici - AMOVA, Premio 'Opera Prima', il Premio 'Fondazione Chiesa', la Targa dell'Unione Commercio e Turismo di Milano, il Premio Web, il Premio del pubblico e il Premio dell'ITC Gramsci.
Altri premi verranno poi consegnati a prestigiosi ospiti del mondo dello spettacolo. Il Maestro Ennio Morricone che sarà insignito della 'Guirlande d'Honneur alla carriera'. Uno dei vertici dello sport italiano, Raffaele Pagnozzi, Segretario Generale dei Comitati Olimpici Europei nonchè Capo Delegazione della squadra azzurra ai Giochi Olimpici Pechino 2008. Massimo Ghini, attore italiano di cinema, televisione e teatro, protagonista del film 'Italia-Germania 4-3' e del recentissimo 'Raccontami - capitolo II' in onda sulla Rai. Il giornalista, scrittore e conduttore televisivo Gianni Minà, il fotografo e artista Oliviero Toscani, creatore di immagini e di campagne pubblicitarie per i più famosi giornali e marchi del mondo, l'attore e regista Marco Paolini, grande appassionato di Rugby. Ottavio Cinquanta, Membro CIO e Presidente ISU, Gianni Gola, Presidente Conseil International Sport Militaire (CISM), Gianni Merlo Presidente AIPS, Isa M. Abdul Rahim, Presidente Federation Sport pour Tous (FISpT), Manana Gamsakhurdia (Georgia), Presidente della FGCTS, Gabriele Salvatores, regista e sceneggiatore, 'Oscar 1992', Mina Valyraki (Grecia), artista e pittrice, autrice di Atene 2004 e Pechino 2008, Candido Cannavò, Direttore Gazzetta dello Sport, Italo Cucci, Opinionista RAI TV, Massimo De Luca, Direttore RAI Sport, Mohammad Reza Savar (I. R. Iran), V. Presidente Physical Education Organization in Cultural Affairs. Dalla Russia i campioni olimpici nel Pattinaggio sul ghiaccio, Irina Rodnina (3 medaglie d’oro) e Anton Tarielyevich Sikharulidze (1 medaglia d'oro).
Infine il 31 Ottobre, alle ore 18, verrà assegnata a Paul Newman la 'Guirlande d'Honneur alla memoria' a Palazzo Marino (Piazza Scala, 2) in occasione della Cerimonia di Apertura del festival.

Lo sport e la dolce vita
La Sala Esposizioni del Palazzo Giureconsulti, ospiterà, dal 31 ottobre al 5 novembre, con la collaborazione di Red Carpet Sport & Management l'esclusiva Mostra: 'Lo sport e la dolce vita' a cura di Didi Gnocchi. Fotografie inedite (1950 - 1966) dall'archivio di Giuseppe Palmas (uno dei più grandi fotoreporter del dopoguerra) dedicate agli sportivi. Il viaggio di nozze di Pelè, il calciatore che canta sotto la doccia, un gruppo di ciclisti che gioca a biglie sulla spiaggia, il Natale in famiglia, la camera d'albergo del dopo gara di Bartali, ma anche i primi incontri tra il mondo dello sport e quello dello spettacolo, delle soubrette e delle attrici. Una dopo l'altra queste foto restituiscono un mondo che sta a metà strada tra neorealismo e 'Dolce Vita'. Giuseppe Palmas amava molto lo sport, in gioventù era stato un ottimo atleta. I suoi scatti sono ritratti di famiglia, nei quali gli sportivi vengono colti in vacanza con moglie e figli, durante gli allenamenti, nei momenti di relax. Inaugurazione il 31 ottobre (ore 17) con l'intervento dell'olimpionica di scherma Margherita Granbassi.

Bentornata Lambretta
La Lambretta è tornata e si lancia con la FICTS verso l'avventura dello sport e dello spettacolo in qualità di Sponsor di 'Sport Movies & Tv 2008 - 26th Milano International FICTS Festival'. La Lambretta non ha età come non hanno età i suoi estimatori, è tornata ed ha vinto. Quando, circa un anno fa, la Motom Italia decise di rilanciare lo scooter che negli anni Cinquanta e Sessanta aveva fatto impazzire i milanesi, molti credevano che fosse solo un tentativo destinato a solleticare la nostalgia dei meno giovani, ma inadeguato a soddisfare le esigenze dei ragazzi di oggi.
Niente di più sbagliato. In pochi mesi Lambretta Pato ha sfondato ed entro la fine dell'anno ce ne saranno in circolazione non meno di 10.000 che probabilmente diventeranno il doppio nel corso del 2009. Non solo: ai due modelli attualmente in produzione, 125 e 151 cc, si è da poco aggiunto il 50 cc. Operazione compiuta, dunque, e complimenti al dottor Giovanni Cottone e all'avvocato Nicola Gurrado, della Motom Italia SpA, che ci hanno sempre creduto. Non è facile, si sa, rinverdire miti ormai tramontati, il passato non ritorna mai come ce lo si ricorda, ma la Lambretta ha fatto eccezione. Nata sulle sponde del Lambro nel 1947 da un'intuizione di Ferdinando Innocenti, la Lambretta era ormai scomparsa dal 1971, quando l'Innocenti sospese la produzione liberandosi anche del marchio. A distanza di quasi 40 anni, la Motom Italia l'ha rispolverata e se in passato lo scooter, col suo nome, evocava il fiume di Milano, il Lambro, adesso richiama chi nel fiume ci vive, il papero. Ovvero Pato: questo è il nome della Lambretta di oggi. 'Chi ha Pato ha Pato' dice lo slogan pubblicitario. E a giudicare dal successo che sta riscuotendo possederne una deve essere proprio qualcosa di speciale. Parola di Valeria Marini, che ha magistralmente interpretato lo spot ed è considerata la madrina della nuova Lambretta.
Non è però la sola testimonial dell'esposizione che si terrà durante Sport Movies & Tv 2008. Durante tutta la manifestazione, infatti, gli appassionati estimatori potranno ammirare i poster di personaggi noti come Adriano Celentano, Totò, Giorgio Gaber, immortalati in sella alla Lambretta.

Panini, sport e figurine
Il 31 Ottobre (ore 17.00), in occasione della Cerimonia d'Inaugurazione di 'Sport Movies & Tv 2008', sarà inaugurata, nella Sala Esposizioni a Palazzo Giureconsulti, la mostra: 'Lo sport nelle figurine Panini'. Panini, azienda nata nel 1961 con la collezione 'Calciatori', ha percorso quasi 50 anni di storia e celebra se stessa con una mostra esclusiva per 'Sport Movies & Tv 2008'.
Su una serie di pannelli sono riprodotte tutte le copertine 'Calciatori' della storia e sono esposte alcune figurine originali di collezioni sportive storiche dei 'miti' dello sport: Adriano Panatta, Novella Calligaris, Pietro Mennea, Sergio Tacchini, Nicola Pietrangeli, ecc. in aggiunta ad alcune immagini dei Calciatori degli anni '60 e '70.
Dalla collezione privata di Franco Dassisti, giornalista e 'figurinologo' della Fondazione Franco Fossati (una delle più prestigiose istituzioni italiane di fumetto e collezionismo) sono stato tratti una serie di pannelli con figurine sportive originali di tutte le epoche e di tutte le nazionalità.
Nel corso del festival verrà inoltre presentata in anteprima (3 novembre) la nuovissima collezione 'Football Real Action cards 08-09'.