Fumo, donne e libertà

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Fumare fa male alla salute, ma aiuta a calmarsi, è dannoso, ma liberatorio. Così Swetlana Heger, giovane artista cecoslovaca e residente a Berlino, inaugura la sua mostra intitolata proprio 'Smoke (Liberté toujours)', che significa 'Fumo (Libertà sempre)'. Decine di opere ritraggono donne con una sigaretta in mano, sono grandi collages di volti antichi e moderni che inspirano tabacco veicolando molteplici significati: non solo l'abitudine del fumo, ma l'emancipazione delle donne e la simbologia che quel gesto regala loro.
La Galleria che ospita Swetlana è Effearte, un nuovo spazio espositivo nel cuore di Milano, in Via Ponte Vetero 13. I volti in bianco e nero di eroine dello star system si mescolano a volti comuni, di donne amiche, di donne qualsiasi che per strada o dentro un bar utilizzano il fumo per liberarsi, per sedurre, per comunicare uno stato d'animo. Swetlana Heger è un'artista famosa sulla scena internazionale già dalla metà degli anni Novanta, che ha all'attivo diverse esposizioni anche in prestigiose città quali Londra, Vienna e New York.
Questa sua personale era già stata presentata in Svezia al Kalmar Museum nel 2008 e nota per il suo lavoro profondo e critico sul sistema della comunicazione visuale. L'artista è partita dallo storico motto Libertè Toujours, che compariva sul noto pacchetto di sigarette Gauloise e che è divenuto manifesto per intellettuali ed artisti, per svelarci quella che secondo lei è una vera e propria lotta delle donne per avere la possibilità di fumare.

Perchè ha scelto il tema del fumo e come è connesso con la libertà delle donne?
Ho scelto questo tema perchè oggi esso è un tabù: fumare nuoce alla salute e nessuno mette più in evidenza soggetti che lo fanno, sarebbe cattiva pubblicità e alle donne è sempre consigliato di smettere per la gravidanza. Però al giorno d'oggi moltissime persone fumano e nel corso del tempo fumare ha assunto vari significati. Prima alle donne era addirittura proibito farlo e se volevano dovevano farlo di nascosto, mentre nel nostro secolo anche loro hanno potuto emanciparsi e farlo liberamente come gli uomini. E' una vittoria sulla parità dei sessi.

Cosa rappresentano per Lei le donne che fumano? Lei fuma?
(Sorridendo) No! No! Io non fumo assolutamente, anzi sono contraria! Ma ho scelto questo tema proprio perchè è forte e connesso con la libertà. Le donne che fumano sono soggetti che esprimono qualcosa: è un atto di enorme sensualità e di rivalsa - il modo in cui portano alla bocca la sigaretta e nel quale buttano fuori quel fumo grigio è una specie di rituale che può sedurre l'uomo e far sentire la donna potente, gli permette un linguaggio muto e carico di attrazione o più semplicemente la fa sentire libera.
Oltre ai grandi quadri che raccolgono i numerosi volti, l'artista ha realizzato ulteriori fotografie nelle quali il fumo ha dei colori vivaci e brillanti e una installazione con delle lampade vintage in vetro. La mostra rimmarrà aperta al pubblico, gratuitamente, fino al 19 Gennaio 2009.

Valentina Castellano Chiodo

CARLO VEZZONI fondatore ed unico Direttore di On the Road. La redazione porterà avanti il suo progetto per affetto, memoria e perchè crede in questo lavoro.

BUON VIAGGIO DIRETTORE

Newsletter

Registrati alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato.

Collaboriamo con ...

© 2021, OnTheRoad - Developed by AgoràFutura.Net. All rights reserved.
QUADERNI DI MILANO - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE - Aut.Trib.MI n. 704 del 20/12/86

Search