L'arte dei writer alla Galleria Civica di Modena

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 La Galleria civica di Modena, nella sede della Palazzina dei Giardini, da domani fino al 18 settembre, ospita la mostra “1984. Evoluzione e rigenerazione del writing”.

L’esposizione, curata da Pietro Rivasi, prodotta con la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, in collaborazione con la Biblioteca civica d'arte Luigi Poletti di Modena, offre un panorama delle molteplici evoluzioni dell’arte di strada, prendendo in esame alcuni dei suoi più significativi artisti, quali Taps & Moses™, Olivier Kosta-Thefaine, PAL Crew, che stanno gettando le future basi estetiche e teoriche di questa forma di espressione.
Modena può contare su una solida tradizione legata alla street art che ha preso avvio nel 1981 con la presenza in città di Jean-Michel Basquiat per la sua personale alla galleria di Emilio Mazzoli ed è proseguita grazie alle attività di Icone, della Fondazione Giorgio De Mitri e delle gallerie Avia Pervia e D406. La Biblioteca civica d'arte Luigi Poletti inoltre vanta uno dei più importanti patrimoni a livello nazionale per quanto riguarda la documentazione di writing e street art.
La rassegna da grande rilievo all’aspetto più controverso dell’arte di strada: gli “interventi non commissionati” nello spazio pubblico. Grazie a una forte presenza di materiale fotografico e video, lo spettatore verrà proiettato letteralmente nella realtà vissuta dagli artisti. (SM)