Grecia, meno turisti per colpa dei visti

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La stagione turistica estiva è finalmente iniziata, ma gli operatori turistici hanno registrato un calo significativo di turisti che arrivano dalla Russia. Il flusso turistico dalla Russia alla Grecia potrebbe calare del 35-40% quest'anno, secondo le stime fornite da Tez Tour agenzia regista Dimitris Charitidis.

L'autorità dell'aviazione civile russa ha annunciato che sono previsti il 50% in meno dei voli charter in programma rispetto allo scorso anno. Secondo le stime per quanto riguarda gli arrivi turistici negli aeroporti greci, 1,4 milioni di turisti russi hanno visitato il paese nel 2013, mentre il numero è sceso a 1,15 milioni nel 2014.

Tuttavia, la Grecia e Cipro rimangono stabili in confronto ad altri paesi. La situazione a Cipro è ancora più stabile, dal momento che i cittadini russi non hanno bisogno di rilasciare un visto Schengen, che è noto per essere un processo difficile e richiede tempo, il visto locale per Cipro richiede invece meno problemi.

"Posso confermare che ho sentito molti miei colleghi anche di altre agenzie lamentare notevoli ritardi e problemi nel processo di rilascio dei visti di quest'anno, ma la nostra agenzia non si trova ad affrontare questi problemi", ha detto Charitidis.

"Purtroppo, sono anche consapevole che i russi di solito rilasciano visti per un anno o più. Quest'anno invece sono stati emessi visti per 3 o 6 mesi ", ha osservato.

CARLO VEZZONI fondatore ed unico Direttore di On the Road. La redazione porterà avanti il suo progetto per affetto, memoria e perchè crede in questo lavoro.

BUON VIAGGIO DIRETTORE

Newsletter

Registrati alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato.

Collaboriamo con ...

© 2020, OnTheRoad - Developed by AgoràFutura.Net. All rights reserved.
QUADERNI DI MILANO - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE - Aut.Trib.MI n. 704 del 20/12/86

Search