Sardegna, un tuffo nell'archeologia

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

L’Assessorato provinciale alla Cultura, Eventi, Sport e Spettacolo, in collaborazione con L’Università degli Studi di Sassari (Dipartimento di Storia, Scienze dell’Uomo e della Formazione) e le Amministrazioni comunali di Sant’Antioco e Carbonia, promuove  fino al 26 luglio 2012, una Summer School di Archeologia Fenicio-Punica.

Tale corso universitario, giunto alla quinta edizione, è stato attivato nell’ambito della cattedra di Archeologia fenicio-punica dell’Università di Sassari, tenuta dal professor Piero Bartoloni, che dirigerà e coordinerà le attività sul campo.

La Summer School vedrà la partecipazione di studenti delle Università di Sassari e delle Università consociate alla Scuola di Dottorato Europea 'Storia, Letterature e Culture del Mediterraneo' (Università di Bologna, Cagliari, Cassino, Viterbo), nonché di alcune Università straniere (Alicante, Barcelona, Tunis, Leuven).  Parteciperanno, inoltre, studenti del Liceo Classico di Carbonia e del Liceo Scientifico di Sant’Antioco ed ogni turno vedrà la partecipazione di 30 studenti delle Università consociate e di circa 15 studenti dei Licei del Sulcis-Iglesiente.

“Alle attività è fondamentale la partecipazione di giovani del posto - spiega il professor Bartoloni - in quanto sono loro che possono comprendere appieno la ricchezza dei beni del territorio, diventando quindi motivati e motivanti custodi della storia del Sulcis Iglesiente e delle testimonianze giunte sino ai giorni nostri”.

Il corso comprenderà una full immersion negli scavi archeologici, autorizzati in concessione per cinque anni dal Ministero, a Sant’Antioco (area del Cronicario) e a Monte Sirai (area dell’abitato e della necropoli), dalle ore 7 alle ore 13. Nei pomeriggi, presso le aree di scavo e il Museo Archeologico comunale di Sant’Antioco, verranno effettuate attività di cantiere, quali restauro dei reperti e documentazione grafica e fotografica.  “Durante la settimana, dalle ore 19 nei diversi Comuni del Sulcis Iglesiente - sottolinea l’assessore alla Provincia, Marinella Grosso - verranno tenute delle conferenze itineranti di contenuto archeologico e attinenti al tema disciplinare fenicio e punico, con un’attenzione particolare verso le più recenti scoperte nel territorio. Il successo quantitativo e qualitativo delle precedenti edizioni, che hanno sempre visto un’attenzione da parte della Provincia, è la prova tangibile di quanto i giovani siano attenti a soddisfare la loro esigenza di cultura e questa aspettativa non può certamente trovare assenti le istituzioni”.

I Conferenzieri proverranno dalle Università di Bologna, Cagliari, Sassari e Tunisi, dagli Enti locali del territorio provinciale, dall’Institut National du Patrimoine di Tunis e dall’Université El Manar di Tunis.

Gli studenti soggiorneranno a Sant’Antioco: “Ma l’obiettivo - conclude l’Assessore Grosso - è quello di mettere presto a disposizione dei corsisti il nuovo ostello della gioventù, in fase di realizzazione a Carbonia attraverso il recupero di una struttura già esistente”.

 

www.sulcisiglesiente.eu - www.provincia.carboniaiglesias.it